I benefici effettivi che l’Italia potrà ottenere dall’utilizzo del recovery fund dipenderanno dalla capacità del Paese di proporre interventi in grado di rafforzare il potenziale di crescita economica, e di attuarli in tempi rapidi e senza sprechi. Lo sostiene la Banca d’Italia. Fabrizio Balassone, capo del Servizio Struttura economica, è stato ascoltato dalla commissione Bilancio della Camera.
abr/mrv/red